Zona rossa e abusivismo: un connubio che le imprese lombarde dell’estetica non possono più tollerare

Con il Dpcm 14 gennaio 2021 e con il ritorno della Lombardia nella fascia di contenimento del virus della “zona rossa” a partire dal 17 gennaio, i centri estetici abbassano nuovamente le serrande e annullano gli appuntamenti in calendario.

 

Una misura alla quale siamo ormai, purtroppo, abituati: scatta la zona rossa e le attività dei servizi per la persona vengono limitate a lavanderie, servizi di pompe funebri e saloni di acconciatura. Una logica del contenimento del virus che vede il centro estetico come luogo poco sicuro, nel quale il rischio di contagio sarebbe più elevato che altrove.

 

Brigida Stomaci, Presidente dell’Unione Benessere e Sanità di CNA Lombardia, esterna la frustrazione delle decine e decine di colleghe che chiedono ancora una volta le ragioni di una tale scelta politica. “A distanza di 10 mesi dal primo lockdown” – afferma la Stomaci – “ancora non si è in grado di mettere in discussione una scelta politica che in quest’ultimo periodo appare quanto più inadatta a perseguire lo scopo che si prefigge: il contenimento del virus. La smisurata diffusione del lavoro abusivo è la tragica conseguenza della chiusura dei centri estetici, i cui titolari hanno investito migliaia di euro per garantire la massima sicurezza del cliente”.

 

“Il settore dei centri estetici è da sempre votato al rispetto delle norme igienico-sanitarie per la tutela dei clienti e nel mese di maggio, in seguito alle riaperture successive al primo lockdown, ha dimostrato tutta la sua professionalità e disponibilità ad elevare ulteriormente i propri standard” afferma Daniele Parolo, Presidente di CNA Lombardia, e aggiunge: “così come è stato fatto per i saloni di acconciatura, è il momento che si riconosca la validità di una scelta politica che preveda l’apertura dei centri estetici anche in zona rossa. Auspichiamo che le attività dell’estetica vengano ricomprese nella lista delle attività consentite dell’Allegato 24, dando nuovamente fiducia a chi ha come obiettivo la sicurezza del cliente e non il guadagno in nero con un’attività irregolare”.

 

Ufficio stampa CNA Lombardia
Encanto Public Relations
Laura Zugnoni tel. 339 7649302 laura.zugnoni@encantopr.it

CNA Lombardia: “Sì alla proposta della Regione di modificare la legge nazionale sulle Zone Logistiche Semplificate. Ridurre la pressione fiscale evitando fughe all’estero”

8 luglio 2021/da encantopr
CNA Lombardia_MADE_Regione_Lombardia

CNA Lombardia, MADE Competence Center Industria 4.0 e Regione Lombardia unite in favore della digitalizzazione diffusa delle micro, piccole e medie imprese lombarde

8 giugno 2021/da encantopr

Un anno di Covid-19 in Lombardia

3 maggio 2021/da encantopr

CNA Lombardia: riaprire il comparto del benessere per arginare l’abusivismo

31 marzo 2021/da encantopr
Daniele Parolo-Presidente CNA Lombardia

CNA Lombardia: “Priorità ai vaccini. Un ulteriore ritardo metterebbe a rischio la tenuta delle impese. Già perse nel 2020 oltre 3.000 aziende in Lombardia”

24 marzo 2021/da encantopr

In Lombardia le Pmi vanno a lezione di cybersecurity e manutenzione 4.0

23 marzo 2021/da encantopr

Presentazione del libro fotografico Imprese che resistono

22 marzo 2021/da encantopr

CNA Lombardia chiede al Governo Draghi un’inversione di rotta e lo stop alle continue proroghe per le revisioni auto

9 marzo 2021/da encantopr

Cna Lombardia: “Rischio blackout delle imprese del turismo”

17 febbraio 2021/da encantopr

L’impatto del Covid 19 sull’economia del territorio: Pil 2020 Lombardia -9,8%

10 febbraio 2021/da encantopr

CNA, ACAI e Unione Artigiani

29 gennaio 2021/da encantopr

Recovery Fund, clima collaborativo e stop all’incertezza politica

27 gennaio 2021/da encantopr

Zona rossa e abusivismo

20 gennaio 2021/da encantopr

CNA Lombardia: Stop al continuo cambiamento di colore delle regioni

18 gennaio 2021/da encantopr

Bilancio della Camera di Commercio di Milano CNA

7 gennaio 2021/da encantopr

Cna Lombardia: è tempo di una web tax seria e selettiva

23 novembre 2020/da encantopr

L’impatto del Covid-19 sull’economia in Lombardia

9 novembre 2020/da encantopr

Parolo, CNA Lombardia: “Lockdown differenziati? Allora anche aiuti più sostanziosi ai territori più colpiti”

3 novembre 2020/da encantopr

NCC Lombardia: calo del fatturato

14 ottobre 2020/da encantopr
Daniele Parolo-Presidente CNA Lombardia

Recovery fund: le tre priorità di CNA Lombardia

13 ottobre 2020/da encantopr
Flli_TARENZI-foto_A_IKONOMU-7866

Motorizzazione Civile in tilt

30 settembre 2020/da encantopr

Osservatorio Economia e Territorio

17 luglio 2020/da encantopr
cover_Flli_TARENZI-foto_A_IKONOMU-8101

Centri di Revisione – Castellin, Cna Lombardia

22 giugno 2020/da encantopr

CNA Lombardia -13%, ancora a scendere la produzione per le aziende artigiane manifatturiere

20 giugno 2020/da encantopr

CNA Lombardia boccia il Codacons

8 giugno 2020/da encantopr

Parolo, CNA Lombardia: “PIL regionale in picchiata. Torniamo al 2001. Occorre ridefinire il nostro futuro con coraggio”

23 maggio 2020/da encantopr

Parolo, CNA Lombardia: “Il comparto Taxi – Ncc vive una sofferenza economica e sociale gravissima: subito in campo con misure di supporto”

21 maggio 2020/da encantopr

Daniele Parolo, presidente CNA Lombardia sul DL Rilancio

15 maggio 2020/da encantopr

La posizione di Parolo, presidente CNA Lombardia

13 maggio 2020/da encantopr

CNA Lombardia Installazione Impianti: “Ecobonus: danni collaterali da un confuso annuncio delle misure”

8 maggio 2020/da encantopr

Emergenza Covid-19 Artigiani, cassa integrazione sui conti correnti Bonifici già per 80 milioni di euro

4 maggio 2020/da encantopr

Il danno economico per le 3 Regioni rappresenta da solo la metà di tutte le perdite economiche nazionali dei passati 2 mesi

24 aprile 2020/da encantopr

CNA Lombardia: Il Decreto “Cura Italia”

18 marzo 2020/da encantopr

La posizione di CNA Lombardia in merito all’emergenza coronavirus

11 marzo 2020/da encantopr

Il comunicato

Contatti di riferimento

Encanto public relations

via Mauro Macchi 42, Milano
tel | 02 66983707